logo
Sei in > News > Il mito di Orfeo ed Euridice al centro del Caffè letterario della 3A

Il Caffè Letterario presentato dalla classe 3A ha cercato di mostrare la polisemia del mito di Orfeo ed Euridice. La storia del cantore è stata riscritta quasi senza soluzione di continuità da millenni riuscendo a costruirsi ogni volta in modo nuovo. In primo luogo si è cercato di capire chi sia Orfeo nel mondo classico attraverso la lettura di Virgilio e Ovidio, che, in qualità di poeti dotti, danno ampio spazio alle vicende dell’eroe. Come è noto, i due poeti latini hanno alle spalle autori e miti greci. In secondo luogo si è tentano di illustrare alcuni aspetti di Orfeo nella letteratura italiana del Novecento, in particolare leggendo L’inconsolabile di Cesare Pavese, L’altra Euridice di Italo Calvino, Il ritorno di Euridice di Gesualdo Bufalino.

L’arte figurativa e le musica non sono meno sensibili al fascino del mito come dimostrano le due canzoni, una di Roberto Vecchioni l’altra di Carmen Consoli, che sono state proposte. Infine è stata riprodotta su tela l’interpretazione del mito fatta da Marc Chagal nel Orpheus del 1969. Le letture e gli ascolti proposti sono solamente alcuni esempi di una vasta produzione. Ad ogni modo, il confronto dei testi ha permesso di capire le ragioni e le esigenze che hanno spinto mondi culturali differenti a trattare lo stesso personaggio ognuno a suo modo.

16 Maggio, 2022

Pubblicato in: News